Mio padre il grande pirata von Davide Calì

orecchio_acerbo

Mio padre, il grande pirata” di Davide Cali‘, narra la storia di un bambino innamorato del padre, un padre che vive lontano e torna a casa solo una volta all’anno. Quando ritorna, regala a suo figlio racconti avventurosi ed imprevedibili che poi alimenteranno la fantasia del piccolo durante la sua assenza.

 

Suo figlio lo crede un pirata, al timone di una nave che si chiama Speranza e con un equipaggio di uomini dai nomi come Barbuto, Tabacco, Libeccio e Turco, ognuno con la sua abilita’ e difetti. Sara’ un incidente che fara’ scoprire al bambino una amara verita’: suo padre non e’ un pirata, custode di tanti tesori e segreti bensi’ un minatore che lavora in Belgio. Il bambino, quasi ragazzo, in un primo momento si sente tradito dalle bugie del padre e visitandolo in ospedale, ha difficolta’ ad accettarlo come il suo vero padre. Sara’ pero’ il secondo viaggio che lui fara’ con suo padre verso il Belgio, dove capira’ che le storie inventate dal papa’ nascondono una verita’ piu’ profonda. Li’, infatti, ha modo di vedere la baracca in cui viveva il padre e gli altri minatori, che riconosce tutti dai racconti pirateschi del padre.

 

La storia e’ ricca di illustrazioni e facile da leggere anche se il tema, in fondo, e‘ abbastanza delicato: tratta dell’emigrazione e del lavoro duro e pericoloso. Questi temi si uniscono al processo di crescita del bambino, che divenuto ragazzo, comincera’ a guardare la realta’ con occhi piu’ saggi e riconoscenti senza mai pero’ rinnegare la bandiera da pirata che ha accompagnato la sua infanzia.

 

Loredana Orabona

November 2014

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht.